Blog – Sadef

  1. L’acciaio utilizzato per utensili da cottura come pentole e padelle, solitamente è acciaio inossidabile (acciaio inox 18/8 o inox 18/10 che contengono il 18% di Cromo e l’8 o 10% di Nichel). È essenzialmente una lega di acciaio con aggiunta di altri elementi che influiscono positivamente sulle proprietà di resistenza alla corrosione del metallo.

    Questo tipo di lega è dotata di considerevole duttilità, per questo motivo è particolarmente utilizzata nella produzione di pentolame ed altri utensili da cucina. Gli utensili da cucina realizzati in queste leghe, possiedono eccellente resistenza e durezza se paragonati all’alluminio. Tuttavia la conducibilità termica dell’acciaio è nettamente inferiore, questo può causare surriscaldamenti delle parti della pentola a diretto contatto con la fiamma, aumentando la probabilità di bruciature. Per ovviare a questo problema spesso vengono saldati o inglobati nella pe

    Leggi di piu' »
  2. Le principali caratteristiche di un utensile per cottura in alluminio sono l’elevata conducibilità termica e la leggerezza.

    Il pentolame in alluminio viene generalmente prodotto tramite stampaggio a freddo di dischi piatti (tramite l’utilizzo di presse) o in rari casi (come un paiolo fuso) tramite fusione in stampi.

    La malleabilità, leggerezza ed alta conducibilità termica rendono l’alluminio largamente utilizzato per la produzione di pentole, padelle, tegami ed altri utensili da cucina.

    Oggi risulta essere il materiale più utilizzato nella ristorazione. In particolare l’alta conducibilità termica è un elemento essenziale per una buona pentola, in quanto:

    • Consente un’efficace regolazione della temperatura.

    Leggi di piu' »